5 x 1000 alle Nanomedicina

Si intitola Sviluppo di nuovi metodi basati su nanotecnologie e biofotonica per la quantificazione di marcatori diagnostici e prognostici circolanti in seguito a danno cerebrale ed il progetto di ricerca che Fondazione Salvatore Maugeri ha finanziato grazie al 5x1000 dell'anno fiscale 2015, assegnatole dal ministero delle Finanze nell'anno 2017.

 

Il referente scientifico della ricerca è il professor Fabio Corsi, chirurgo-senologo, responsabile della Breast Unit dell'IRCCS Maugeri di Pavia, nonché professore dell'Università degli studi di Milano. Con lui i ricercatori Renzo Vanna e Carlo Morasso lavorano al Laboratorio di Nanomedicina e Imaging molecolare dell'istituto pavese.

I soggetti colpiti da danno cerebrale (ictus, emorragia cerebrale o trauma cranico) rappresentano una fetta crescente della popolazione che necessita di un periodo di riabilitazione, essenziale per facilitare il più possibile il recupero delle funzionalità danneggiate.

Tale recupero viene comunemente monitorato solo attraverso scale cliniche e strumentali perché, ad oggi, non è ancora possibile valutare lo stato dei pazienti attraverso un semplice prelievo di sangue. Il progetto di ricerca ha come scopo quello di integrare nanotecnologie e biofotonica che, sfruttando l’interazione tra luce e nanomateriali, permettono di misurare simultaneamente numerose molecole correlate alla rigenerazione neuronale e al recupero del paziente.

La ricerca proposta avrà come obiettivo finale lo sviluppo di un test per misurare nel sangue alcuni biomarcatori di riabilitazione correlabili allo stato del paziente e alla sua prognosi a lungo termine.