Protocollo AIFA su BPCO

Fondazione partecipa a un bando AIFA del 2016 (ICSLIFE-001) per confronto di 1- anno di trattamento con broncodilatatori inalatori a lunga durata d’azione (LABD) più glucocorticosteroidi inaltori (ICS) verso LABD senza ICS sulla re-ospedalizzazione e/o sulla mortalità in pazienti anziani con Broncopneumopatia Cronica Ostruttiva (BPCO) recentemente ospedalizzati in seguito ad una riacutizzazione di BPCO, che è una delle più comuni diagnosi cliniche nei pazienti che si presentano in ospedale con segni e sintomi più rilevanti quali un aumento della dispnea e ipossiemia.

In Italia, i pazienti con diagnosi principale di AECOPD sono principalmente classificati con il DRG 087 (edema polmonare e difficoltà respiratoria). Tale DRG 087 è la quinta causa più comune di ammissione all’ospedale; 139.000 pazienti classificati con DRG 087 sono stati dimessi nel 2014.
Lo scopo di questo studio è quello di valutare l’efficacia e la sicurezza della terapia inalatoria attualmente raccomandata e prescritta nei pazienti con BPCO anziani, fragili e con multicomorbidità recentemente ospedalizzati a causa di una riacutizzazione di BPCO.
Questo studio coinvolge un gruppo di pazienti che rappresenta la quinta più frequente causa di ospedalizzazione e la terza più frequente causa di morte in Italia.
Lo studio, che vede coinvolti 39 centri clinici in Italia, registra la partecipazione anche degli IRCCS Maugeri di Pavia, Cassano, Telese, Tradate e Veruno, attraverso appunto la partecipazione di FSM.